chi siamo contatti

Home
 
Scopri il Gargano
 
     
destinazione


Il Gargano Mistico: il Sentiero Scannamugliera (Monte Sant' Angelo)



DOMENICA 16 NOVEMBRE 2014

PROGRAMMA:

ore 09,00: ritrovo dei partecipanti presso il punto d’incontro

ore 09,00: inizio escursione

ore 12,30:  pranzo al sacco (ogni partecipante provvede in proprio) 

ore 13,30: escursione   

ore 15,00: fine escursione

Modulo car pooling (in auto insieme) - Comunicare  l’adesione entro le ore 12,00 di sabato 15 novembre 2014 telefonando allo 0882.680070 / 328.1999783

Lungo i versanti di Monte Sant’Angelo che degradano verso il mare Adriatico si snoda una delle più antiche mulattiere esistenti , percorsa incessantemente dai Pellegrini Micaelici che sin dalla fine del V secolo visitano la Grotta dell’Arcangelo Michele. La “Valle Scannamugliéra” costituisce una deformazione popolare del  toponimo “Scanderh Molelrh” che, secondo il noto letterato Frà Marcello Cavagliere, interpretando la Lingua Gotica vuol dire “forte e grande salire”. In lunghi tratti della mulattiera sono presenti scalini, scavati nella roccia dai contadini, dai pastori e dai devoti  per rendere più agevole la salita. La frequentazione di questo sentiero da parte dei Pellegrini Micaelici ha determinato che, nel tempo, esso venisse  denominato  “Scala Santa”.  Tutto il sentiero è allo scoperto, molto panoramico, ed attraversa uno tra i più interessanti paesaggi rupestri del Gargano, plasmati dall'attività secolare dell'uomo. Lungo il percorso si rinvengono terrazzamenti in buono stato di conservazione, antiche cave di tufo, piccoli vani scavati anella roccia ed insediamenti ipogei. Fra questi ultimi il più interessante è rappresentato dalla chiesa rupestre “Ognissanti” scavata nella roccia sul costone destro della Valle Scannamugliéra. Nel IX secolo intorno alla chiesa gli abitanti della sottostante pianura dettero vita ad un agglomerato civile. Infatti tutto intorno si possono osservare abitazioni scavate nella roccia, fornite di focolare e collegate le une alle altre, ai diversi livelli di piano, da viottoli e scalinate incavate nel banco roccioso. A testimonianza di ciò si possono osservare i servizi comuni come le cisterne, i luoghi di riunione, i recinti per gli animali, i torchi, i forni. Da questo punto sono visibili i profondi valloni che degradano dalla montagna al mare ed i loro versanti sono ricoperti in modo discontinuo da latifoglie a prevalenza di Leccio, con significative presenze di Orniello. Alcune zone presentano rimboschimenti di Conifere ed una estesa Macchia Mediterranea. Lo sguardo può spaziare su un’ampia e suggestiva visuale che abbraccia il Golfo di Manfredonia, il Tavoliere delle Puglie e gran parte del Sub-Appennino Dauno. In tutte le zone circostanti è possibile apprezzare le ingegnose opere di regimentazione delle acque e di terrazzamenti realizzati dai contadini dediti ad un’agricoltura di sussistenza.

PUNTO D’ INCONTRO : LOCALITA’ “MACCHIA”, STRADA STATALE n.89

INIZIO PERCORSO : LOCALITA’ “MACCHIA” / FINE PERCORSO : STESSO LUOGO

LUNGHEZZA PERCORSO :  km.12

TEMPO DI PERCORRENZA : ore 5  ( n.b. il percorso viene effettuato con soste programmate per agevolare la piena efficienza fisica)  

DIFFICOLTA’ :  T = Turistico (Comprende itinerari su stradine, mulattiere e comodi sentieri ben evidenti che non pongono incertezze, difficoltà o problemi di orientamento. Sono percorsi adatti anche agli escursionisti alla prima esperienza in montagna).  

ABBIGLIAMENTO : comodo ed idoneo alla stagione in corso (a “cipolla”). Si consiglia  sempre : pantaloni lunghi (no jeans), camicia a maniche lunghe (no colori sgargianti), calze e scarponcini da trekking comodi e collaudati, alti alla caviglia e con un buon carrarmato (da non rispolverare dopo tanti anni che sono stati in un armadio, si possono scollare durante il trekking!)  

INDISPENSABILE : dotarsi sempre di scorta d’acqua, snack, frutta fresca o secca, panini.      

DA EVITARE : assunzione di alimenti molto salati o a lunga digestione, alcool, fumo.      

ALTRO :  bastoncini telescopici o bastone, zaino 20/30 litri, cappellino, sciarpa o bandana o foulard, piccolo asciugamani in microfibra, k-way (utile in caso di vento forte), mantellina (utile in caso di rischio pioggia), binocolo, macchina fotografica, burro-cacao, busta per i propri rifiuti (il nostro passaggio nella natura deve avvenire senza lasciare tracce: impegniamoci per ridurre al minimo l’impatto ambientale del trekking).                                                                                                                            

MEDICINALI : un primo soccorso generale è in dotazione alla Guida, portare le eventuali proprie medicine specifiche.                                                                                        

COMPOSIZIONE GRUPPO : minimo 10 / massimo 25 Persone (N.B. con meno di 10 adesioni l’escursione non si farà)

SERVIZIO GUIDA: €.10,00 a Persona

Per informazioni e prenotazioni 3493740191





PRENOTA Hotel - Villaggi - Case Vacanza Escursioni Musei e Castelli Noleggio Auto Noleggio Barca Posto Barca
ASD Nordic Walking Gargano

LINK


DOWNLOAD-
La Guida di Vieste
Guida Turistica Ischitella
Carta Turistica del Gargano
Carta turistica Isole Tremiti
Daunia bella di natura
Sabbia, Ghiaia, Ciottoli Le Spiagge del Gargano
Orari bus Bari-Gargano
Museo delle Cere di Padre Pio

- TUTTI I DOWNLOAD -


NEWSLETTER lascia la tua mail per essere sempre aggiornato su tutti gli eventi




RUBRICHE News Eventi Sondaggi Link utili
Destinazione Gargano sas | disclaimer | Condizioni di vendita
destinazionegargano.it Tutti i diritti sono riservati. | Destinazione Gargano sas Partita Iva 03675450716

Powered by Aranea